Home Cronaca Cronaca Firenze

Morte Magherini, tre carabinieri condannati in primo grado

1
CONDIVIDI
Riccardo Magherini
Riccardo Magherini
Riccardo Magherini

FIRENZE. 14 LUG. Il Tribunale di Firenze ha condannato, in primo grado, tre carabinieri imputati per omicidio colposo nell’ambito del processo per la morte di Riccardo Magherini, il 40enne fiorentino, ex calciatore e padre di un bambino, morì la notte del 3 marzo 2014 durante un drammatico arresto in Borgo San Frediano.

Un quarto militare e due volontarie della Croce Rossa, sono stato assolti per non aver commesso il fatto.

Le condanne variano tra 8 e 7 mesi, il giudice ha concesso la sospensione della pena.

I quattro carabinieri, la notte del 3 marzo, bloccarono Riccardo Magherini mentre, sotto l’effetto della coca e in preda ad allucinazioni, convinto di essere inseguito da qualcuno che voleva ucciderlo, chiedeva aiuto in Borgo San Frediano.

Appena pronunciata la sentenza, la madre di Magherini è scoppiata in lacrime. In aula c’erano anche il padre e il fratello dell’ex calciatore.

I tre carabinieri condannati, per il giudice, sono i responsabili, “in cooperazione colposa tra loro”, della morte del quarantenne “per arresto cardiocircolatorio per intossicazione acuta da cocaina associata ad un meccanismo asfittico”.

Secondo il giudice i tre carabinieri, una volta giunti sul posto, hanno causato la morte di Magherini tenendolo a terra, in “situazione idonea a ridurre la dinamica respiratoria”.

I tre militari sono stati condannati anche al pagamento delle spese legali sostenute dalle parti civili per il 30% (2.200 euro) per ogni difensore  e al rimborso delle spese generali.

Il pm Luigi Bocciolini, aveva chiesto la condanna a nove mesi per omicidio colposo. Per uno dei carabinieri, accusato anche di percosse per aver sferrato uno o due calci all’arrestato mentre era a terra ammanettato, era stata chiesta una ulteriore pena di un mese.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here