Home Economia Economia Firenze

Da Unicusano un video con le 7 regole per il lavoro in UK

0
CONDIVIDI
Il video di Unicusano per il mondo del lavoro in UK
Il video di Unicusano per il mondo del lavoro in UK
Il video di Unicusano per il mondo del lavoro in UK

FIRENZE. 22 GEN. Si sa paese che vai, usanza che trovi e questo è il proprio caso di dirlo. Nel Regno Unito tanti italiani si stanno recando alla ricerca di un lavoro. Nel contempo è notizia recente la polemica scatenata dalle dichiarazioni rilasciate dal Ministro dell’Interno britannico Theresa May riguardante la chiusura delle frontiere ai cittadini UE sprovvisti di un contratto di lavoro.

A queste problematiche viene incontro l’Università Telematica Niccolò Cusano che ha recentemente istituito i corsi di laurea Double Degree, riconosciuti in Italia e in UK, finalizzati ad agevolare l’inserimento degli studenti italiani nel mercato del lavoro inglese.

Proprio in un video (http://bit.ly/Unicusano) Unicusano smorza i toni supportando i giovani italiani per l’inserimento in un contesto lavorativo culturalmente diverso, insegnando loro in modo divertente a rispettare usi e tradizioni differenti dalle nostre, così da favorire l’integrazione.

Il video “Le 7 regole del bon ton inglese in ufficio a misura di italiano”, spiega simpaticamente le regole da adottare in ufficio per meglio integrarsi e come evitare i più comuni errori in cui gli italiani potrebbero incorrere.

Sette regole da seguire per essere un impiegato “modello” ed integrarsi in terra britannica. Per prima cosa rispettare la puntualità, indossare abiti eleganti durante un colloquio di lavoro, trattare temi impersonali nelle conversazioni occasionali, evitare osservazioni umoristiche negli incontri formali.

E’ fondamentale poi mantenere un certo distacco fisico con i colleghi, evitare le strette di mano esagerate e gli abbracci in pubblico superflui che potrebbero diventare fonte di imbarazzo.

Buona prassi è anche quella di fissare appuntamenti lavorativi in anticipo per non suscitare il disappunto dei colleghi. Infine evitare omaggi inopportuni.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here